Sunday, December 8, 2013

Lipari: the pulsating heart of the Aeolian's islands

DSC00854






Ciao carissimi amici, oggi un altro post dedicato alle Eolie. Vi racconterò di un'isola che è solita essere la prima tappa di questo splendido arcipelago e che, controcorrente, ho deciso di visitare solo quest'anno, dopo aver già visto Stromboli, Panarea, Vulcano e Salina. Molti i motivi che mi avevano fatto posporre un'escursione alla più grande delle Eolie. Innanzitutto il fatto che fosse la più visitata. Immaginavo orde di turisti sbarcare intruppati per le vie di Lipari città, invadere le spiagge, rovinandone la tranquilla dimensione isolana. Mi sbagliavo. Lipari conserva un'aria intima e raccolta in molti suoi angoli. Certo, per le strade principali della città, dove sbarcano i numerosi traghetti e aliscafi, spesso la folla regna sovrana. Ma basta allontanarsi un po' dai percorsi più battuti e si ritroverà subito un'atmosfera autentica e tranquilla. Ho scelto di soggiornare in un delizioso albergo vicino al porto, potendo disporre così di una vasta scelta di ristoranti e locali alla sera, dopo avere esplorato l'isola. L'hotel Bouganville, immerso in un bel giardino con vista sul borgo, a due passi dal centro cittadino, si è rivelato piacevolmente strategico. Da qui è partita l'esplorazione all'isola che ho scoperto essere una meta di tutto rispetto. Innanzi tutto consiglio di iniziare dalla visita di Lipari città. Dominata dal Castello, costruito per proteggersi dagli attacchi dei pirati attratti dalle cospicue entrate derivanti dall'estrazione dell'ossidiana e della pomice, è una sorpresa dietro l'altro di piccoli gioielli architettonici.
Salite l'imponente scalinata di via del Concordato che conduce alla secentesca Cattedrale di San Bartolomeo, eretta su una precedente cattedrale normanna di cui resta un chiostro benedettino del XII secolo.Vi ritroverete in un'oasi di pace e Arte. Attorno, un paio di chiese in stile barocco e un'interessante zona di scavi archeologici che mette in mostra reperti che partono dal Neolitico e arrivano all'epoca romana. Consiglio di visitare senz'altro il Museo Eoliano che contiene interessanti ritrovamenti che testimoniano la ricchezza storica e artistica della capitale delle Eolie. Dopo il Castello è d'obbligo aggirarsi tra le viuzze della città, non dimenticando di fare un salto anche a Marina Piccola, un piccolo porticciolo di pescatori molto suggestivo benché ormai invaso da negozi e ristoranti. Prossima tappa? Uno dei tanti noleggi dell'isola, ubicati perlopiù vicino a Marina Lunga, per noleggiare uno scooter o un'auto e partire alla scoperta dell'isola via terra. Io ho preferito lo scooter che permette di gustare al meglio il panorama e non crea problemi di parcheggio. Primo stop: Canneto, borgo carino ma non particolarmente degno di nota, subito dopo la famosa Spiaggia bianca che deve il nome alla pomice che veniva estratta sull'isola e che dava al fondo sabbioso una tonalità bianca caraibica. Adesso questa spiaggia non è più candida come una volta, la pomice è stata trascinata via dal mare, ma rimane comunque una delle più affascinanti della costa liparota. Subito dopo, la spiaggia di Porticello dove persistono ancora le strutture ormai abbandonate, vagamente inquietanti, di una cava di pomice. Il mare ha colori davvero particolari, ma lo scenario post industriale non mi ha entusiasmato. Perché non rimuovere quei colossi di ferro arrugginito? Dilemmi che sorgono in ogni visitatore. In un altro paese, si sarebbe provveduto a togliere o, se possibile, a riconvertire in maniera gradevole quegli obbrobri lasciati in eredità dallo sfruttamento della pomice. Perché in Italia non succede?  Perché dobbiamo continuare a far andare in rovina le nostre eccellenze paesaggistiche e artistiche? 
Anche Acquacalda, un altro borgo a nord dell'isola famoso per la spiaggia, non mi ha lasciato grandi ricordi. Mare bello e cristallino, spiaggia trascurata e poco pulita. Però i paesaggi che si possono ammirare più avanti compensano del litorale non completamente soddisfacente. Panoramiche mozzafiato su Vulcano e sulle altre isole. A Quattrocchi la visione più bella: due scenografiche punte con tanto di faraglioni che compongono uno scenario incredibile. Uno dei panorami più indimenticabili delle Eolie. 
Di quelli che ti porti sempre con te.
Con questa visione, quasi leggendaria, riprendo l'aliscafo che mi riporta alla terraferma, ripromettendomi di tornare presto per ammirare la costa di Lipari dal mare. 
Adesso le mie foto.
Un bacione a tutti voi!


Ciao my dear friends, today another post dedicated to Aeolian islands. I will tell you about an island that is used to be the first stage of this beautiful archipelago and that, against the tide, I decided to visit only this year, having already seen Stromboli, Panarea, Vulcano and Salina. I had many reasons to postpone a trip to the largest of the Aeolian Islands. First, the fact that it was the most visited. I imagined hordes of tourists that, disembarked from the ships, invaded the streets of Lipari town and the beaches, spoiling the quiet island's atmosphere. I was wrong. Lipari retains an intimate and quiet air in many of its corners. Of course, in the main streets of the city, where numerous ferries and hydrofoils dock, the crowd often reigns supreme. But go just a bit away of the beaten track and soon you'll find an authentic and quiet dimension. I chose to stay in a lovely hotel near the harbor, so I was able to have a wide choice of restaurants and bars in the evening, after exploring the island. The hotel Bouganville, surrounded by a beautiful garden with fantastic views over the village, a short walk from the city center,  was nicely strategic. From here I started the exploration of the island which I found to be a destination really nice. I firstly recommend you start by visiting Lipari town. Dominated by the Castle, built to protect the city from attacks by pirates attracted by the substantial revenue from the extraction of obsidian and pumice, is a big surprise of architectural jewels .
Climb the impressive staircase of the Concordat street that leads to the seventeenth-century Cathedral of St. Bartholomew, built on an earlier Norman Cathedral of which  remains a Benedictine cloister of the XII century. You'll find yourself in an oasis of peace and Art. All around, a couple of baroque churches and an interesting area of archaeological excavations that exhibits findings that depart from the Neolithic and arrive to the Roman era. I certainly recommend to visit the Aeolian Museum which contains interesting findings that testify the historical and artistic wealth of the capital of the Aeolian Islands. After the castle, it is a must to wander through the narrow streets of the city, not forgetting to take a leap even at Marina Piccola, a small and very impressive fishing harbor, now a little bit crowded with shops and restaurants. Next stop? One of the many rentals on the island, located mostly near Marina Lunga, to rent a scooter or car and explore the island by land. I preferred the scooter that allows you to enjoy the best scenery and does not create parking problems. First stop: Canneto village, a cute but not particularly noteworthy. Then, the famous White Beach which takes its name from the pumice that was extracted on the island and that gave the sandy bottom to the beach with a Caribbean white tone. Now this beach is not so white as once because the pumice was swept away by the sea, but it remains one of the most charming seashore of Lipari. Soon after, the Porticello's beach where structures of the extraction of the pumice still persist although they are abandoned. The sea colors are really special, but the post-industrial scenario is very shocking. Why not remove those giants of rusted iron? Dilemmas that arise in every visitor. Other country would have decided to remove or, if possible, to convert in a pleasant way those bequeathed abominations by the exploitation of pumice. Why it does not happen in Italy? Why do we continue to go broke our natural and artistic excellences?
Even Acquacalda, another village in the north of the island, famous for the beach, has not left me great memories. Beautiful and crystal clear sea, but the beach was neglected and unclean. Then, the landscapes that can be seen on the west coast compensate the beaches not entirely satisfying. The panoramic views of Vulcano and the other islands are simply stunning. At Quattrocchi the most beautiful vision : two spectacular peaks with some incredible stacks donate a fantastic panorama. One of the most memorable views of the Aeolian Islands .
So beautiful that you'll never forget..
With this vision almost legendary in my eyes, I take the hydrofoil that takes me back to the mainland, swearing to myself to return soon to see the coast of Lipari from the sea.
Now my photos .
A big kiss to you all!



DSC00779

Acquacalda





DSC00791





DSC00772

Spiaggia Bianca




DSC00776




DSC00828




DSC00825





DSC00850

Quattrocchi





DSC00814




DSC00812




DSC00832




DSC00842




DSC00836

Marina Piccola



DSC00824




DSC00763




DSC00819




DSC00822




DSC00816




DSC00810




DSC00805





DSC00817





DSC00798




DSC00789



DSC00775




DSC00783




DSC00767

Canneto




DSC00848




28 comments:

  1. bellissime foto, bellissimi luoghi!!
    peccato che alle volte gli uomini deturpano i paesaggi e non fanno nulla poi per rimediare, come nel caso di quei colossi di ferro arrugginito!!
    un bacio!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Hai proprio ragione Sabri ed è un peccato…
      Un bacione enorme a te e alla tua mamma!!!

      Delete
  2. I've been only twice to Italy and I surely want to come back and see some islands. The view is stunning and this is my favourite kind of a holiday. Too bad we don't appreciate the beautiful mother nature, it's a global problem. But hope that one day we'll all change our minds. Beautiful picutres, Marina!

    sunandsany

    ReplyDelete
    Replies
    1. Oh…Thank you so much dear Stanislava… You have to come to Italy again!!
      A big kiss!!

      Delete
  3. Perchè abbiamo gente che anzichè governare il paese e promuovere le sue eccellenze pensa solo a rubare soldi, guarda anche Pompei che sta cadendo a pezzi...che rabbia. Tutto bene Marina, cosa farai di bello a Natale?
    Paola
    http://www.lechicchedipaola.it/

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao Paolissima, davvero anch'io ho una rabbia! Non se ne può più!
      Tu stai bene? Io a Natale sarò a cena e a pranzo con le mie ragazze.
      Un bacione!!

      Delete
    2. Sono proprio contenta! Così ti potrai godere un po' Chiara che in questo periodo è sempre in giro per il mondo (beata lei che se ne sta al caldo!), noi faremo la cena della vigilia da mia suocera con le sorelle di Raffaello e i cuginetti, mentre il 25 verranno da me i miei con la mia madrina e festeggeremo non solo il Natale, ma anche il compleanno di mio papà, che è proprio nato il 25. Insomma un delirio gastronomico, anche perchè il 22 è il mio compleanno e quindi faremo un'altra bella mangiata in quella occasione!

      Delete
  4. ciao Marina! le foto che preferisco sono quelle dei fiori e del cannolo ;) ci voleva un post "caldo" per dimenticare il gelo emiliano ! bellissimo mare, e solo immaginare quali squisitezze propongono quei ristoranti ho una certa acquolina!
    anche io mi chiedo sempre perché si lascino gol obbrobri a deturpare le cose e il resto dell' italia
    e mi chiedo anche perché ne costruiscano di nuovi , come certi alberghi orrendi che nascondono i palazzi dell' 800 dietro i grattacieli….
    un abbraccio Marina ;)
    PS dovresti scriverer anche una guida in versione libro per i viaggi ;) baci !!!!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ciao carissima Amanda, sei sempre così dolce e attenta nei tuoi commenti..
      Mi piacerebbe scrivere un libro sui miei viaggi, ci penserò…
      Un bacione grandissimo!!

      Delete
  5. Ciaoooooo Marina!!
    Come promesso da Instagram, sono appena tornata a casa dall'università e ora mi sono letta il tuo fantastico post! Leggere i tuoi post è un po' come leggere un libro...il libro dei viaggi! Che meraviglia, parole, foto e descrizioni molto suggestive e deliziose! Sai benissimo cosa penso dei tuoi scatti e ogni volta voglio ricordartelo dicendoti che adoro le tue fotografie perché riescono ad esprimere e a trasmettere tante emozioni. La luce, le cromie e le prospettive sono pazzesche!
    Da grande appassionata d'arte mi trovo in condivisione con il tuo pensiero riguardo alla rovina delle nostre bellezze artistiche (anche paesaggistiche!). Nella nostra Italia abbiamo un grande patrimonio artistico, rispettarlo e conservarlo al meglio è un nostro dovere.
    Un bacio enorme da Rimini!!!
    Sara

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie dolcissima Sara, adoro leggere i tuoi commenti…
      Io e Marina Cannella ci siamo dette che prima o poi ci incontreremo anche con te.
      Un bacione!!!

      Delete
    2. Grazie Marina! Per me sarà un grandissimo onore conoscervi! Un bacione!

      Delete
  6. Ciao Marina, che bello aprire il tuo blog e trovarsi il mare..un paesaggio meraviglioso, limpido..molto lontano dalle immagini che siamo abituati a vedere in questi ultimi mesi. Grazie per i tuoi SAGGI consigli :) sei grande..un forte abbraccio!!!

    M IS FOR MODE - Fashion Blog

    Follow me on Facebook, Twitter & Bloglovin

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Antonio, tu sei davvero caro. Un abbraccio!

      Delete
  7. Ciao!
    Abbiamo trasferito il nostro blog, ti va di seguirci con gfc? Ovviamente ricambiamo!
    www.sevacolazione.blogspot.it
    S&V

    ReplyDelete
  8. ★*˚°。°*。°*。★*˚°。°*。°˚°★*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★
    ˛°_██_*˚°。°/♥ \*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★*˚°。°*。°*★
    ˛. (´• ̮•)*.。*/♫.♫\*˛.*˛_Π_____*˚°。*。°*❤*˚°。°*。°*★
    .°( . • . ) ˛°./• ‘♫ ‘ •\.˛*./______/~\*˚°。°*。°*°*❤ ˚°*★
    *(…’•’.. ) *˛╬╬╬╬╬˛°.|田田❤|門|╬╬╬╬╬*˚°。°*。°* ♥
    ★*˚°。°*。°*。★ MERRY CHRISTMAS!

    ReplyDelete
  9. Cara Marina,
    eccoci tornate da Sharm El Sheikh... avevi ragione, è stata un'esperienza meravigliosa! Il tuo parere è stato fondamentale per farci propendere per l'Egitto! Ne siamo rimaste letteralmente incantate. Ora siamo curiosissime di vedere Marsa Alam, dato che ci hai detto essere ancora più bella!
    Comunque siamo incuriositissime di vedere le splendide Eolie! Finora abbiamo visitatao solo le Egadi, e ce ne siamo innamorate follemente!
    Un fortissimo abbraccio, cara Marina e un augurio di sereno Natale e felice e ricco anno nuovo per te e la tua famiglia.
    Un fortissimo abbraccio.

    Eva e valentina

    ReplyDelete
    Replies
    1. Bene, sono contenta che il vostro soggiorno sia stato piacevole…
      L'Egitto non delude mai! Le Eolie sono bellissime, ve le consiglio!
      Tanti cari auguri di buon Natale e di uno splendido Anno Nuovo!

      Delete
  10. Grazie Marina, ricambio auguri per un Sereno Natale ed un Nuovo Anno ricco di ogni bene.
    Erika

    ReplyDelete
  11. lovely pics, as well it's so comforting to see such a joy and warmth in them, makes me feel good :)
    have a lovely xmas dear, and have a great new start of the year!
    xxx

    www.thewild-swans.com

    ReplyDelete
    Replies
    1. Thank you dear Ronan! I wish you a fantastic time with your family and friends!
      A big kiss my dear!

      Delete
  12. Ciao Marina, da quanto tempo! :)
    Sono tornata ad aggiornare il blog, e vedo che tu continui sempre con foto fantastiche! Buon Anno alla prossima! :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie carissima Barbara! Buon anno a te! Corro subito a leggere il tuo blog. Un bacio!!!

      Delete